domenica 17 Febbraio 2019

La nostra Cipolla su Radio M**Bun

Eraldo Teruggi e Carlo Masseroni parlano della Bionda a Torino

Dolce e sempre più... diffusa. La Cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto fa un altro piccolo passo per farsi conoscere, arrivando fino a Torino, dove Carlo Masseroni, referente dei produttori del Presidio, ed Eraldo Teruggi, presidente della nostra Pro Loco, sono stati ospiti della trasmissione “1001 Storie” su Radio M**Bun.

 

Intervistati dal simpaticissimo Pierone, i nostri due amici hanno raccontato la “Bionda”, che dal 15 giugno 2013 è diventata presidio Slow Food.

 

“La nostra è una cipolla buona, pulita e giusta, dolce e anche lunatica. - ha spiegato Carlo - Noi talvolta, scherzando, diciamo dolce e lunatica come le nostre mogli. È dolce perché ha in sé poca acidità, non rinviene come gusto, quindi la si può mangiare anche cruda. Ha una vita di due mesi circa, noi la raccogliamo verso agosto, e riusciamo a conservarla fino a verso Natale, in alternativa, la si può ovviamente congelare senza che perda il minimo gusto. É poi lunatica, in quanto come dice il nostro disciplinare, nel coltivarla seguiamo le fasi della luna, come da tradizione contadina. Quindi ad esempio mettiamo i semi a dimora per avere le piantine quando è la luna di dicembre o gennaio, e andiamo a raccoglierla quando è luna calante a luglio o agosto.”

 

“Secondo me un piatto senza cipolla non è un piatto, - ha proseguito Eraldo - dove è compatibile, dove si può mettere va messa; dà quel sapore in più, quel senso di pienezza di gusto. Un famoso chef, Piero Bertinotti, del ristorante Pinocchio di Borgomanero, mi dice spesso 'Io prima di andare a dormire la sera mi mangio una mezza Cipolla di Cureggio e Fontaneto cruda, e vi garantisco che fa benissimo e dormo benissimo', dà un vero senso di appagamento. Noi abbiamo avuto la fortuna di avere nel secolo scorso, anzi due secoli fa, nella nostra zona questa cipolla dalle caratteristiche importanti, che purtroppo col passare del tempo, per colpa dell'industrializzazione è andata persa. La storia racconta che dalla stazione di Cureggio partivano casse piene di cipolle verso...”

 

Volete ascoltare tutta la puntata di “1001 Storie” su Radio M**Bun e scoprire tutto quello che hanno raccontato Carlo ed Eraldo? Non dovete fare altro che cliccare QUI.