giovedì 20 Giugno 2019

La Sciòra Togna da Burbane' saluta la presentazione dell'Almanacco

Colpo di scena alla tradizionale cena prenatalizia organizzata dalla Pro Loco Fontaneto

“Sono commosso, emozionato, non mi aspettavo la sua presenza!” Con queste parole il Pajin, tradizionale maschera fontanetese, ha reso omaggio all'inattesa ospite d'onore della serata, la Sciòra Togna da Burbanè. Sono state proprio loro, le maschere di Borgomanero, la Sciòra Togna accompagnata dalla fida serva Carulèna, la grande sorpresa della tradizionale partecipatissima cena di auguri di fine anno, svoltasi sabato 17 dicembre presso la sala polivalente del Centro Culturale “Grazia Deledda” in Piazza Unità d'Italia.

 

Durante la serata è stata presentata la nona l'edizione dell'Almanacco d' Funtanéi. Tanta l'attesa per scoprire i temi trattati nelle pagine del “calendario”. La copertina è stata dedicata questa volta alla Confraternita degli Amici del Vino, che nel 2017 festeggerà il proprio ventennale, mentre tra proverbi e rubriche storiche nel corso dei mesi hanno trovato spazio vari mestieri, dai barbieri ai panettieri, ai falegnami e ad altri ancora. Tra i gruppi sostenitori del “calendario”, ha fatto poi il suo esordio il neonato Circolo del Dialetto di Fontaneto, che si occuperà della promozione e della conservazione del dialetto del paese. Ma la scena verso le 22.30 se la sono presa tutta loro, le maschere.

 

Dopo l'ingresso in sala in pompa magna, con le sue curve prosperose e abbondanti, la Sciora Togna ha salutato i presenti, per poi chiacchierare lungamente con il Pajin e la Pajina. Tra i tanti siparietti in dialetto, a un certo punto il Pajin afferma convinto: “E' un doppio onore averla qui, tanto più che ho scoperto che siamo parenti, alla lontana ma parenti, ci sono degli antichi documenti che lo attestano”. La replica della nobildonna non si è certo fatta attendere: “Carta canterà, non lo metto in dubbio, ma qui bisogna vedere bene di cosa si parla, nel frattempo tengo stretto il portafogli...” Oltre allo spassoso gemellaggio fra le maschere, si è rinnovata la collaborazione tra la Pro Loco di Fontaneto e quella di Borgomanero, presente alla serata con una piccola delegazione: le due associazioni si sono scambiate gli auguri, ripromettendosi di organizzare presto qualcosa insieme.

 

Alla realizzazione dell'Almanacco hanno contribuito, oltre alla Pro Loco Fontaneto che si è occupata anche della sua redazione, la Biblioteca Piemonte con Gusto, la Confraternita Amici del Vino, la Cooperativa Agricola Operaia, il Comune di Fontaneto d'Agogna e come detto il neonato Circolo del Dialetto di Fontaneto. Anche quest'anno l'ammontare delle offerte ricavate dall'Almanacco, in distribuzione da domenica 18 dicembre in tutto il paese, verrà interamente devoluto al Grest Parrocchiale e alle scuole di Fontaneto. I fondi destinati a queste ultime in particolare, per il terzo anno consecutivo, saranno in favore di un progetto concordato con l'Amministrazione Comunale: sostituire tutti i banchi della scuola primaria di Fontaneto, per garantire a chi la frequenta attrezzature all’avanguardia, per dare ai ragazzi i giusti supporti per esprimere le loro capacità.