domenica 17 Novembre 2019

Alla scoperta dei vini dell'Alto Piemonte con I Rossi del Rosa

Domenica 18 marzo si รจ tenuto l'evento collettivo firmato Slow Food Piemonte, con la collaborazione anche della nostra Pro Loco.

Partecipazione. Passione. Scoperta. Impegno. Gusto. Territorio. Sono stati questi i principali ingredienti de “I Rossi del Rosa”, l'itinerario turistico ed enogastronomico tra cantine e colline dell'Alto Piemonte all’ombra della catena del Rosa, che si è svolto domenica 18 marzo. La rassegna collettiva, firmata da Slow Food Piemonte e Val d'Aosta e organizzata dalle condotte di Biella, Colline Novaresi e Vercelli, ha portato una selezione di appassionati a degustare il meglio dei vini dell'Alto Piemonte, in abbinamento ad assaggi di specialità alimentari tipiche della zona. All'organizzazione della rassegna ha contribuito anche la nostra Pro Loco.

 

Parecchi i partecipanti, entusiasti, determinati e per nulla intimoriti dal freddo e dalla pioggerella presente per buona parte della giornata. Dai due punti di partenza della manifestazione, Fontaneto d'Agogna e Lessona, sono partiti alla volta delle cantine dei cinquanta produttori aderenti alla manifestazione, distribuiti lungo un itinerario che ha coinvolto le tre province di Biella, Novara e Vercelli.

 

E proprio l'entusiasmo e la scoperta sono state forse le due facce più evidenti tra le tante che ha lasciato in eredità l'evento: l'entusiasmo dei produttori e, anche e sopratutto, di chi è partito dalla Liguria, da Torino, dall'Alessandrino, da Varese, da Pavia, da Milano e da altre zone ancora, viaggiando verso un'unica meta, l'Alto Piemonte, il vero protagonista della giornata, alla scoperta dei suoi meravigliosi vini, delle sue incredibili specialità gastronomiche – e tra le tante che si sono potute assaggiare, ben due presidi Slow Food, la Cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto e il Macagn, oltre al futuro presidio del Riso Gigante – alla scoperta di paesaggi unici, capaci di raccontare storie e tradizioni che si perdono indietro nel tempo.

 

Sotto le insegne del “buono, giusto e pulito” della chiocciola di Slow Food si sono uniti tre territori, hanno fatto rete per raccontarsi, aprirsi a un pubblico armato di calice, tasca, cartina e spilletta, un piccolo esercito forse un po' bagnato e infreddolito, ma incredibilmente curioso e appassionato, volenteroso di esplorare quante più cantine possibile.

 

L'edizione di quest'anno de “I Rossi del Rosa” ha dunque dato il via al circuito “Cantine a Nord Ovest”, la rassegna itinerante ed enogastronomica in sette tappe organizzata da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta per promuovere e far conoscere i vini del Piemonte. “I Rossi del Rosa” sono stati organizzati in collaborazione con Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte, Enoteca Regionale di Gattinara e delle Terre del Nebbiolo del Nord Piemonte, Enoteca Regionale del Biellese e della Serra, ATL Biella, ATL Novara, ATL Vercelli e Pro Loco Fontaneto, e con il patrocinio del geoparco “Sesia Val Grande” e dei comuni di Boca, Cavaglio d’Agogna, Cossato, Cureggio, Fontaneto d'Agogna, Gattinara, Ghemme, Lessona, Maggiora, Mezzomerico, Roasio, Romagnano Sesia, Sostegno, Suno e Vigliano Biellese.

Prossima tappa di “Cantine a Nord Ovest”: il 22 aprile a Nizza Monferrato per il “Giro del Nizza”.

 

ULTERIORI INFO

www.cantineanordovest.com

info@cantineanordovest.com

Tel. 335 6365593

Facebook: I rossi del Rosa