venerdì 21 Settembre 2018

Alla scoperta dei vini dell'Alto Piemonte con I Rossi del Rosa

Domenica 18 marzo si è tenuto l'evento collettivo firmato Slow Food Piemonte, con la collaborazione anche della nostra Pro Loco.

Partecipazione. Passione. Scoperta. Impegno. Gusto. Territorio. Sono stati questi i principali ingredienti de “I Rossi del Rosa”, l'itinerario turistico ed enogastronomico tra cantine e colline dell'Alto Piemonte all’ombra della catena del Rosa, che si è svolto domenica 18 marzo. La rassegna collettiva, firmata da Slow Food Piemonte e Val d'Aosta e organizzata dalle condotte di Biella, Colline Novaresi e Vercelli, ha portato una selezione di appassionati a degustare il meglio dei vini dell'Alto Piemonte, in abbinamento ad assaggi di specialità alimentari tipiche della zona. All'organizzazione della rassegna ha contribuito anche la nostra Pro Loco.

 

Parecchi i partecipanti, entusiasti, determinati e per nulla intimoriti dal freddo e dalla pioggerella presente per buona parte della giornata. Dai due punti di partenza della manifestazione, Fontaneto d'Agogna e Lessona, sono partiti alla volta delle cantine dei cinquanta produttori aderenti alla manifestazione, distribuiti lungo un itinerario che ha coinvolto le tre province di Biella, Novara e Vercelli.

 

E proprio l'entusiasmo e la scoperta sono state forse le due facce più evidenti tra le tante che ha lasciato in eredità l'evento: l'entusiasmo dei produttori e, anche e sopratutto, di chi è partito dalla Liguria, da Torino, dall'Alessandrino, da Varese, da Pavia, da Milano e da altre zone ancora, viaggiando verso un'unica meta, l'Alto Piemonte, il vero protagonista della giornata, alla scoperta dei suoi meravigliosi vini, delle sue incredibili specialità gastronomiche – e tra le tante che si sono potute assaggiare, ben due presidi Slow Food, la Cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto e il Macagn, oltre al futuro presidio del Riso Gigante – alla scoperta di paesaggi unici, capaci di raccontare storie e tradizioni che si perdono indietro nel tempo.

 

Sotto le insegne del “buono, giusto e pulito” della chiocciola di Slow Food si sono uniti tre territori, hanno fatto rete per raccontarsi, aprirsi a un pubblico armato di calice, tasca, cartina e spilletta, un piccolo esercito forse un po' bagnato e infreddolito, ma incredibilmente curioso e appassionato, volenteroso di esplorare quante più cantine possibile.

 

L'edizione di quest'anno de “I Rossi del Rosa” ha dunque dato il via al circuito “Cantine a Nord Ovest”, la rassegna itinerante ed enogastronomica in sette tappe organizzata da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta per promuovere e far conoscere i vini del Piemonte. “I Rossi del Rosa” sono stati organizzati in collaborazione con Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte, Enoteca Regionale di Gattinara e delle Terre del Nebbiolo del Nord Piemonte, Enoteca Regionale del Biellese e della Serra, ATL Biella, ATL Novara, ATL Vercelli e Pro Loco Fontaneto, e con il patrocinio del geoparco “Sesia Val Grande” e dei comuni di Boca, Cavaglio d’Agogna, Cossato, Cureggio, Fontaneto d'Agogna, Gattinara, Ghemme, Lessona, Maggiora, Mezzomerico, Roasio, Romagnano Sesia, Sostegno, Suno e Vigliano Biellese.

Prossima tappa di “Cantine a Nord Ovest”: il 22 aprile a Nizza Monferrato per il “Giro del Nizza”.

 

ULTERIORI INFO

www.cantineanordovest.com

info@cantineanordovest.com

Tel. 335 6365593

Facebook: I rossi del Rosa