sabato 17 Novembre 2018

In gita con la confraternita, tra Barolo e Carru'

Sulle tracce della tradizione vitivinicola e gastronomica piemontese

Si è svolta sabato 27 ottobre la tradizionale gita della Confraternita degli Amici del Vino. Il coordinatore Giorgio Fontaneto ha proposto un omaggio alla tradizione piemontese, e in particolare a uno dei più grandi vini al mondo, il Barolo, e a un grande classico della cucina della nostra regione, i bolliti.

 

Così sveglia al mattino presto, ritrovo in Piazza Castello, e partenza alle 7.45 in pullman alla volta del cuore del Piemonte. Il numeroso gruppo, oltre 50 appassionati, è giunto a Barolo intorno alle 10.15, giusto in tempo per intraprendere la visita guidata in cantina presso Marchesi di Barolo, a cui è seguita una degustazione di due annate di Barolo.

 

Poi, nuovamente in pullman, con un languorino che cominciava a farsi sentire, ci si è diretti verso Carrù. All'Osteria del Borgo il menu tradizionale piemontese ha accolto e soddisfatto il gruppo: misto di antipasti freddi con carne cruda battuta al coltello, vitello tonnato e insalata russa; tajarin al ragù; bollito misto al carrello completo di 7 tagli e 7 salse; torta di nocciole e zabaione.

 

La giornata si è conclusa con una visita alla Casa della Piemontese, sempre a Carrù, dove è presente il Museo della Razza Bovina Piemontese.