mercoledì 12 Dicembre 2018

Amici del Vino

Una confraternita fontanetese

Un gruppo di amici, seduti intorno ad un tavolo, parlando del più e del meno, davanti a una buona bottiglia di vino, si sono domandati: perché non allargare a più persone il piacere di degustare, di apprezzare il sapore, di conoscere la storia, le origini del vino?

Nell’autunno del 1997 il primo trampolino di lancio, con una serie di incontri, con un numeroso gruppo di simpatizzanti e l’ausilio di produttori, i quali a loro volta trasmettevano l'esperienza del loro mondo.

Vedendo l’entusiasmo il gruppo di amici decide di fondare il Club Amici del Vino, nato a tutti gli effetti nel Dicembre 2002. Il Club, oggi diventato Confraternita, conta una sessantina di iscritti, e non solo di Fontaneto, ma provenienti anche da altri paesi circostanti.

 

Gli Amici del Vino fanno da supporto ad altre associazioni, diventando nel tempo una presenza costante nelle manifestazioni di “Fontaneto ArteSapori”, contribuendo alla scelta e alla somministrazione dei vini. Partecipano inoltre con il proprio gruppo e con un proprio stand al “Carnevalgustoso”, e nel 2006, con Pro Loco e Comune, creano la rassegna enogastronomica “Piemonte con gusto”.

La Confraternita organizza serate dedicate alla degustazione, per permettere a chi partecipa di avere una visione chiara e comprensibile di tutto quello che ruota attorno alla figura del degustatore, in questi anni ha organizzato serate di degustazione, con piatti accompagnati dai vari vini: dal Barbaresco, al Barolo ai vini delle colline novaresi, oltre a quelli di altre Regioni.

 

Degustazioni ma non solo, la Confraternita è anche un affascinante mezzo per scoprire zone enogastronomiche attraverso visite in cantine e assaggi di prodotti tipici, dalle colline dell’Oltrepò Pavese alla Valtellina, dalla Valpolicella alla marca Trevigiana, dal Parmense ai Colli Piacentini, poi in Piemonte, dalle zone del Barbera di Vinchio e Montegrosso d’Asti, al dolcetto di Dogliani, dal Roero alla zona del Barolo, facendo bagaglio di tutte le tradizioni locali, mettendo in evidenza il particolare carattere vitivinicolo di ogni zona.

Solitamente nei mesi di Novembre e Dicembre organizza serate di solidarietà dedicate ad un caro amico, scomparso prematuramente: gli Amici del Vino sono anche questo.

 

La Confraternita è aperta a tutti coloro che vogliono conoscere, approfondire e apprezzare i buoni cibi e i buoni vini. Siamo stati gratificati da ospiti di eccezione: Bruno Gambarotta, Paolo Massobrio, Paolo Rovellotti, Otello Facchini, Paolo Guidi e tanti altri.

Il progetto del Club Amici del Vino è quello di aggregare tutte quelle persone a cui piace la compagnia, ritrovarsi tra amici, che desiderano migliorare il proprio bagaglio culturale e la propria capacità di degustare, in amicizia ovviamente.